Info

Il Museo Didattico di Storia Naturale

Nel dicembre del 1989, veniva inaugurato a Niscemi il Museo Didattico Comprensoriale di Storia Naturale, voluto da alcuni appassionati naturalisti (V.Liardo, L.Lino, R.Mascara, S.Zafarana), realizzato con un modesto finanziamento dell’Amministrazione provinciale di Caltanissetta e mantenuto grazie ad un contributo annuo erogato dal Comune di Niscemi.

L’intento era quello di portare a conoscenza dell’opinione pubblica, ed in particolare di giovani e studenti, gli aspetti geografici e naturalistici di un’area della Sicilia centro-meridionale ricadente per buona parte nel territorio della bassa provincia nissena e compresa tra i fiumi Salso e Dirillo.

Essa racchiude ecosistemi di straordinario pregio paesaggistico e pregevoli emergenze floristiche e faunistiche che

La sezione dedicata agli ambienti umidi

La sezione dedicata agli ambienti umidi

hanno giustificato la creazione di alcune riserve naturali, prime fra tutte la Sughereta di Niscemi, il Bosco di Santo Pietro e il Biviere di Gela, alle quali la struttura museale dedica ampio spazio. Di suddetta zona è stata raccolta una grande messe di dati di ordine geografico, geologico, paleontologico, faunistico e floristico, che unitamente a reperti ritrovati sul campo o ricevuti in dono, ha costituito oggetto delle varie unità ostensive.

Peculiarità della struttura è il taglio didattico dell’insieme e le modalità espositive con cui vengono illustrate le varie tematiche, senza, peraltro, rinunciare al rigore scientifico. Le chiare didascalie, il meticoloso lavoro di cartellinatura, la cartografia inedita e le fotografie originali, fanno di questo Museo uno strumento ideale per insegnanti e studiosi della natura desiderosi di saperne di più su questa parte di Sicilia.

Il Museo, inizialmente gestito dalla locale sezione WWF, venute nel frattempo meno le collezioni di Lino e di Mascara, è passato nel 1995 al Centro Educazione Ambientale che lo ha arricchito, ampliato e che ha provveduto ad una nuova sistemazione presso i locali più funzionali della S.M. plesso “A. Marsiano”, dove la LIPU collabora nella gestione e fruizione.

info